domenica 26 dicembre 2010

ave maria del ceppo

dovrei scrivere un post, penso.
sull'ultima volta che non ho capito il significato di un asterisco, per esempio.
o su quando finalmente ho di nuovo un peso al collo


giovedì 16 dicembre 2010

quanto manca alla fine

Non sono esaurita.
Sono esausta. Finita. Sfinita.
Spremuta.
Gonfia come un rospo di fumo e bla bla bla.
Una vacanza?
come minimo voglio un'altra vita.

cose che capitano

cose che si accumulano....
e accumulano...
c'era una cosa _sul movimento degli eletroni, sì... che non sono loro che si spostano, ma il tempo che si contrae vicino a loro.... ecco, dev'essere questo, un effetto domino intorno a me, che  poi finisce che io... no, non finisce, perché a ben vedere non può neanche incominciare.
simultaneità. ma come suona bene quest'incubo, no?

che poi, ora, non è per dire
(dico dì sì, subito, fuggire). ma se vado su anobii per aggiungere un libro (abbaiare_stanca) e sovrappensiero scrivo "dio_cane" nel campo di ricerca

ecco, insomma
diciamo che sono cose che capitano, ma se capitano queste cose significa che le cose che portano altre cose a capitare capitano un po' troppo spesso,

mercoledì 15 dicembre 2010

rapimenti e vincoli.

I feel, sometimes__________as anything I've done has brought me here.
But where is here?
[[What have i built around me?]
Crossroads that actually never merge
I need to escape from all of this.
There's something that holds/me hipnotized//something I cannot avoid//something morbid//something mine/
Deeply, (-) mine.
Is it worth it? Ivy and vines
Vines }}
Climbing vines.

giovedì 9 dicembre 2010

Bambola innegabile e pensieri d'ovatta

Una seduta sempre più instabile
quattro paia d'occhi e sfinite pallide antenne ad osservare le mie mosse (vedo il loro riflesso sulla pagina).
E le mie dita da pupazzo che tessono veloci mondi inconclusi e aggiornamenti imprecisi - dimmi dove sei| dimmi dove sei| dimmi dove sei|
Il maggiore sta in chiusura, vero? La fine è maggiore?
( termine > Endora.
Pandora.

Interiora. Internamente.
Esternamente, esplosione.
Inside_out - quando l'interno esplode all'esterno

(ed ho sognato di fare una fotografia ad un soldato mandato alla guerra
buuum!)

wolframio

altalena di sogni e speranze, lati oscuri e pesantezze,
e mille, mille cose lasciate indietro.

ma la bellezza delle cose mi perseguita.

domenica 28 novembre 2010

attrito

un abbraccio, un intreccio di sogni e sospiri e fusa
e, calore non solo metaforico e non solo fisico.

martedì 23 novembre 2010

caramelle per me

give me something to write
it seems that the sky's keep on pouring its mournings over us
it seems that today's just like yesterday
and tomorrow will be the same

not taking pictures, not reading, not really

memories and candies

candies candice
assonanze

lunedì 15 novembre 2010

ink and paper

canticchio canzoncine e faccio progetti d'acquisti
ora vado a leggere
leggere leggere leggere leggere
tutto ruota intorno ai libri
voglio essere una pagina anche io
inchiostro e carta

giovedì 11 novembre 2010

aghi

aghi nella gola,
inizia a fare freddo, inizio a essere stanca.

forse dovrei (quantomeno darmi una mossa).


Ma sì, dai
Lo sai, quanto mi fai star bene.

giovedì 4 novembre 2010

postporre

penne e sfere che s'inceppano
devo riuscire a ristabilire un ritmo, perché sennò qui è la fine
ci sono almeno mille cose che dovrei riuscire a scrivere/leggere/fare e sto dando la precedenza giusto a un paio
o tre sogni e impegni


martedì 2 novembre 2010

colei che cadde tra i rovi

e rimase impigliata nelle ortiche.

fantasmi


Sento la puzza d'irrealtà,
Acre come il ricordo di uno sparo.

buonanotte

Andiamo dunque, la carovana è in moto
Il circo dei sogni è nei paraggi

domenica 31 ottobre 2010

acqua santa

Sono restia a rivelare mondi che tanto già si conosconoma mi sono svegliata - mi sono svegliata? - dopo una notte buttata sul letto, infervorata nei pensieri al punto di parlare da sola.


"Fermate la cerimonia! Io mi oppongo! Che ne è del libero arbitrio? Non credo nel vostro dio, ma rispetto le vostre scelte (forse). Non rispetto però che queste scelte vengano imposte su una bambina. 
Lasciatela crescere, ditele che esistono altre verità. Diteglielo adesso, smettetela con questa farsa.
Lasciatela libera invece di vincolarla in questo tentacolare inganno."

E invece andrò, parteciperò alla farsa per far felice chi? Dovrò star zitta, al massimo tirare fuori un libro di lettura e protestare in silenzio.

Senza sputare nel battistero.

venerdì 29 ottobre 2010

something in the way

there should be something wrong with this.
chill and ice.
thus there is a flame that never fades out inside my breath.

lunedì 25 ottobre 2010

distances

windy willow
i'm home, and i stare the leaves dancing outside the window.
i see my breath appear and vanish on the glass. i guess i've spent most of my life watching what was happening beyond the screen of my eyes.
i feel the cold with a look, not witht my skin.

avanti, prego.

ho le dita gelide, e pioggia nello sguardo.
sento il vento che mi sussurra stronzate che non metterò in pratica senza manco pensarci.

m'immagino una diversa ambientazione per tutti i miei deliri, per tutti i miei sogni e per tutte le mie angosce.

è permesso? chiede qualcuno appoggiato sulla soglia.

venerdì 22 ottobre 2010

Leggendo

«Sono androidi!» ripeté ostinatamente Vadim. «Di giorno lavorano e di notte muoiono. Che invenzione mostruosa!»
 

martedì 19 ottobre 2010

domani

domani inizierà quello che forse sarà un incubo
o forse no.

mi chiedo cos'è davvero che vorrei fare. non ora, non come passatempo, hobby, passione.
cosa voglio fare davvero?

Senza fiato
fuori l'aria sa di tramontana e foglie.

lunedì 18 ottobre 2010

mirror

coscienza o senso di colpa
influenze esterne o giustificazioni

cosa è che mi fa esplodere
cosa è  che mi fa sentire così
sempre sull'orlo di un grido lacerante?

lunedì 11 ottobre 2010

Rose

mangiami
sarò il tuo veleno
sarò la tua gioia
sarò quello che vuoi dimenticare.

lunedì 4 ottobre 2010

Gioiello.

negli ascolti mi ritrovo come non mi ritrovo nelle mie stesse parole
le note azzurre mi scivolano nelle orecchie, sbagliate vecchie e dolorose - non ora

da un petalo sbagliato vecchio e doloroso sembrano venir su conati di sogni
desideri sputati e altre amputazioni.


e ritrovarsi con le lacrime agli occhi percorrendo le stesse autostrade,  con una dolcezza nauseata d'estate ammuffita.

venerdì 1 ottobre 2010

che fai? che fai?? sogni ancora??

giovedì 30 settembre 2010

graffi

qualcosa mi dà un pugno nella pancia
mi sento scavare
dig and pray and dig and dig and pray

è un gatto
è aceto
è il sole e l'erba tagliata
o è qualcosa che manco io so che è

schiaffi e pugni sul viso
le orecchie esplodono
gli occhi lacrimano

aiuto, grido, o qualcosa del genere.

mercoledì 29 settembre 2010

Farenheit 451


And in the flames something dies and something finds its way to life.
The flaring light that stains the darkness, the heat that dies out in a few breathes
watch us standing in the glare of unborn now and unshaped then.
The tainted night of our faces reflects the funeral pyre: paper and ink burn bright their years of tears, uncertainty, sweat, hopes and weariness.
Sheets are our lamb - fire is our blade - and the ashes are the blood in our sacrificial fest.

martedì 28 settembre 2010

it's been a while

since i didn't see that look in your eyes.
ok, i said, the time has come also for you to be forgiven,

and then i fell apart.

occhi

Ultimamente ho solo fotografato cuccioli.

lunedì 27 settembre 2010

insensatezza

My blue fish
and my red ones.
They want not to reveal what they are aware of - and I suppose that the knowing would both free and kill me.
I'm diving into a book that is a memory of itself (it's just my third time on the way of the man in black which ran thru the desert).

I know what is going to crush me - and I keep on desiring it with every breath which flows through my open mouth.

venerdì 24 settembre 2010

Parabola

It flows away.
The world seems to slow in a soft silent curved trajectory.
Shhh, don't let it hurt, it was all foreseen, it's going like it should, there's no other way.
It moves soundlessly, and each bounce I feel emptier.



non ho più l'energia la forza e l'entusiasmo necessari.
se mai li ho avuti. 

martedì 21 settembre 2010

zanzare

persiane aperte la notte
persiane chiuse di giorno

c'è una coerenza logica e fortissima in tutto ciò.

domenica 19 settembre 2010

delirio notturno

Lingua gotica, che scorre mentre la vivo come acqua violenta dal cielo, legata a una dipendenza e nient'affatto libera di stringermi sotto le mie coperte. Nuvoloni s'addensano e lanciano la scarica esplosiva su questi miei pensieri freddi, pensieri fritti. Mi squalo con le rime, perché una volpe è una mano e un botto sordo e giove. Intonaco alle finestre, presuppone arti cognitive relazionali, come un caminetto vicino al lago è stupendo - è stupendo. L'aureola arborea, va' dietro e guarda se c'è rimasto altro senso poetico, tra il pesce azzurro e le trigliette. Vo un attimo in bagno, a far invecchiare le mattonelle un attimo. [---] avvincente sangue sulla forchetta e stona io, stona, stona. No che fai glielo correggi? Bono, bono, ecco, così, bravissima, ricordatelo quando devo morire. Di' un po', ci scansiamo?

giovedì 16 settembre 2010

goodbye and... goodbye

she's gone.
it was plain - she was doomed.


and now just another memory among the others.
who cares about it, afterall, in our framed hearts we don't actually feel the pain for the loss.


mercoledì 15 settembre 2010

sparizioni

finestre che danno su mondi impossibili da cogliere.

ho cercato anch'io di dare una forma compiuta ai miei pensieri. di racchiudere
tra le foglie qualcosa che parlasse davvero
di me.

scrivi il tuo nome....
ne abbiamo già parlato.

cosa mi frena? l'avere anni e anni di parole accatastate in pixel, nascosti dietro le mie spalle?

da cosa fuggono, le mie frasi
che sembrano sconnesse e inconcludenti persino a me?


sguardi -
ragnatele un po' ovunque
e chiamate di lavoro
:
sono arrivata - o mi ci hanno portato?
a fuggire

baroccamente ornate d'orpelli le parole continuano a calare sull'eloquente silenzio di questo cielo azzurro.

lunedì 13 settembre 2010

taratà, ta tarara, tata tararà...

ho tre pesci rossi
e uno blu


radici nere che affondano nei miei pensieri

e foglie
e bacche
e semi
e semplici alchimie

Rosario

A volte si dimentica quello che si è perso
A volte non si perde ciò di cui ci si dimentica

Non sto insinuando niente, niente è quello che vorrei dire.

Solo una serie di parole, inanellate una dietro l'altra, a formare una catena, che s'intreccia in qualche modo a tutto il resto
A tutte le parole dette ed ascoltate e perse nel silenzio.


E inizio a danzare questa mattinata
Strascichi  di sogni, puzza di plastica bruciata
Verso il valzer della noia.

lunedì 6 settembre 2010

perché stare male è più nobile per te

esorcizzare una canzone che ti gira in testa da giorni
ascoltandola e ascoltandola
e ascoltandola

e ascoltandola

vestita di una malinconia che non mi appartiene
non ora

non di questo tipo
non più.

malessere domestico
rabbia e progetti fatti di corsa
mescolati alla stasi
alla pigrizia
non so nemmeno io a cosa
m'annego in sogni microscopici e profumati

domenica 5 settembre 2010

fisheyed

--

tutt'un tratto
nitido

note di carillon risuonano nella testa

e bacche di ginepro e aghi


ma perché nei miei sogni è sempre notte
sempre buio
o piove?


radici azzurre che fluttuano nell'acqua
e pensieri bianchi e soffici da soffiare via

Chiacchiere mattutine

Ogni mattina dico il rechimeterne pel tu' nonno e la tu' nonna.... La Rina e Piero Presilli... Lo dico anche per la Nilda e Sabatino, le genitori de Ottorino....  meglio specifica' bene, che non si sa mai!

venerdì 3 settembre 2010

disidratazione

pesci sogni bandiere messaggi ricordi lavoro
luci
buio

ascolto canzoni che

penso a

non riesco a concludere nulla di quello che
non riesco a iniziare quello che dov

si mescola tutto nella mia testa
E il tempo non passa o passa troppo in fretta, ma com'è che funziona?
mare azzurro e sabbia bianca
l'eterna illusione di un paradiso che è solo un inferno chimico
mi sembra calzante


fogli rossi sparsi sulla scrivania, insieme a semi, forbici, fazzoletti
quattro macchinette fotografiche digitali
libri di sogni infranti
e cartoline brutte

torno a guardare i miei pesci e sognare i sogni di qualcun altro.

venerdì 27 agosto 2010

...scivola

Comincio a pensare che

giovedì 26 agosto 2010

c'è qualcosa che mi sfugge

qualcosa che mi fugge
che fugge da me
dalle mie dita

c'è qualcosa che mi allontana
e mi riavvicina
mi stringe a sé


cerco di dare un peso alle cose a cui tengo,
di trovare le cose a cui tengo

di portarle con me
e non lasciarle fuggir via.

mercoledì 18 agosto 2010

Post it

Objects in mirror are closer than they appear.

lunedì 16 agosto 2010

A nightmare of you of death in the pool

This is what I found regarding your shipped soul, looks like it lays at your breathe office - have you tried to track it down with the last generation automatic animaseeker? It can do miracles with desoulations like yours.


domenica 15 agosto 2010

Plough

Amo questi agosti di pioggia
Anche se ho trovato motivi per amare il bel tempo.
Il caldo che si dissipa e i colori che esplodono, l'odore della pioggia sulla terra appena lavorata, e questi cieli che si caricano di stelle.
Affetti e dolori sembrano sparire in con fronto a questi universi che non prevedono progetti.
Sulle ie mani ho una scadente acqua di colonia, negli occhi la dolcezza di una chioma canuta, e richieste e speranze che affogano nella nebbia.

sabato 14 agosto 2010

Echoes and silences

It rains.
Thru my open window I let the drops get in, I listen to them like they were a music, I watch the green get greener and I wish to run away from this cage - I've been bound with love and sense of duty.
I want to smell the scent of the skin of a dream,
Again and again.

venerdì 13 agosto 2010

туман




I need to find a shape for my foggy purposes. They cast their shadow on the screen, hit by hidden sunbeams and pierced by the dreams.
Lost in the sounds of the words. I suggest your keeping with you your compass - but where is your north? Guess I've lost mine as well.
The persisting ring of the phone brings me back to my reality, where the milky mist has got into my room.


I've red the story of a guy who cried when a friend of his drunk his pear juice, and I felt the tears come, too.


giovedì 12 agosto 2010

Away


...e fuggir via.

lunedì 2 agosto 2010

creatività

It was none of my business. No more.
Moreover I was asked not to be annoying. But I do am annoying.
Do you remember the time you've learnt how to spell business? Busy- business.
Take off your clothes and dive in the marsh - slimy thick warm waters will be your suite for tonight.

"lost and lonely"

I've been just like a dream
nananana
Just like a dream.

I need to have my hair cut.

I need to focus and write down a letter.
Whose is that cloud?


Like a flag in the wind 
I've lost my shape
I find it in the air.

sabato 31 luglio 2010

undici giorni

...are almost two weeks

notice: I'm not sure I've been living up these days.
Guess I should've done more.
Gotta try.




martedì 20 luglio 2010

again and again

scansiona, stampa, incolla
e ricorda.

lunedì 19 luglio 2010

À rebours

c'è qualcosa di malsano
nel mettersi a guardare vecchie foto
a ritroso

Rosso

I write down, red on red.
I'm not a painstaking person, I call off, sometimes retrieve, more often just freeze out, forget, or rush. Out of any due course.
In this heatwave I build up a new time, which slows in my fingers,
No things at once, but my threads go together sometimes, not on a line and without any logical order, 
But in the end my day is done.

domenica 18 luglio 2010

Crinale

Bacio il volto di una donna che mi scruta dall'infanzia,
Lontana e immota osservatrice all'improvviso è terra sotto le mie suole.
Scalo le sue labbra di pietra, il suo respiro si frantuma in migliaia di farfalle.
Ciglia d'erba e occhi distanti, e mi trovo ad osservarmi da tutt'altra angolazione.

lunedì 12 luglio 2010

afa

quest'aria mi toglie il respiro
mi butta a terra
mi scioglie in lacrime di sudore.

scatto una foto ai miei desideri, mentre le parole decantano
e la saliva, preziosa, si mescola alle foglie.

accolta dalla nebbia, la giornata è ora solo una tavola di nuvole 
calata sui capelli umidi 
e sulla terra incrostata e grigia 
sulla mia pelle.

cerco tra le tue labbra il fiato per riempire i miei polmoni
un distillato di sospiri e sbadigli


venerdì 9 luglio 2010

Mock up

the more you have
the more you lose.

the less you had, the more you lost.

there in no symmetry - no balancing

whether you dare
or refold

you're doomed.
nothing to be hold in your clutching hands

you grasp
and you grope
and you grin, pretending to smile

a mock turtle soup

because you know
what's making you happy now is what's going to kill you,
you're bound to lose it.

knowledge is power -
fuck up
fake up
Blank page.

a  frog and a leaf
a leaf and a frog

mercoledì 7 luglio 2010

pomodori e varechina

It's 9am and I'm already tired.

My hands have been stained and cleaned as the thoughts pass by.

Shall I find my way away from all the chemistry?

Five fish and two snails are who I share my time with.
Elsewhere.

Like the newborn dragonflies, I shall left my shell clung to a leaf and fly.

lunedì 5 luglio 2010

fermenti lattici

libellule e viaggi, lavoro e stanchezza
ritorni, riscoperte, scoperte.

camminare sotto il sole, e osservare l'acqua verde ha un risvolto migliore del sognato.

martedì 29 giugno 2010

fallimenti e curiosità

Una luna che brilla solo per chi si dimentica di volerla guardare

Piedi e pagine,

Foglie, pesci e alghe.

sabato 26 giugno 2010

2005 June, 19

nel silenzio
gocciola la pioggia
è cenere sopra la mia pelle

venerdì 25 giugno 2010

It tastes like freedom

Così, annusi l'aria, a un certo punto

E pensi che un sogno forse può influenzare la realtà
E allora ok, se possono mettere le ali anche le rotoballe
E volare via, nella loro fuga scomposta
Perché allora no?

giovedì 24 giugno 2010

Wave of mutilation

i will never be rescued

mercoledì 23 giugno 2010

Beautiful


My fingers tip nevously on the back of your letters, trying to find the shape of all this to come.
My head is just a cage for my rusty thoughts
Which cannot flow away as they wish to.
I write down my heart not to overshine
The little light that's in it.
I've dared not to explode
But i'm made of iced fire

lunedì 21 giugno 2010

Burbling and questioning

Billions of things to chose
Billions of things not to be chosen.

Blatero e m'interrogo.

Weariness and sadness take turns, blended with unconscious silence and inability to share my words.

I've been misunderstanding for years what were happening around me,
and now I feel tired and hurt and I can barely guess who's next to me.
Friend and enemies are all mixed up, they may not exist at all, they do melt, they disappear

I feel the sense of time and loss
In these nights, where the milky stars can't but suggest my changing,
In these days, where the sun is hidden among rainy wishes
And when the wind is just a wave in my heart.

venerdì 18 giugno 2010

certe scelte si scelgono da sole

un pugno di riso

cammina cammina cammina
arriverò?

giovedì 17 giugno 2010

smells like mistakes


My melancholy morning
Mourning

Cuts on my finger tips
They taste like childhood.


Day after after day
I sense my stay
And I wonder where else could I be
And I wander looking for nothing to be sought

Tumbling down

A brand new life which smells like past
Bite by bite, piece by piece

On the land, on the water
Wherever I could cast my shadow.
ti tolgono l'entusiasmo
ti tolgono la voglia di fare

martedì 15 giugno 2010

compiacimento

canticchio canzoni che non conosco
preparo cose di cui mi dimentico

faccio progetti e mi scotto col sale.


lunedì 14 giugno 2010

by this river

oggi un fiume m'ha accolto nel suo letto, cullato e trascinato.
e ora il mio letto mi accoglierà come un piccolo sasso stanco.

venerdì 11 giugno 2010

Fish eye

Bones and scales.
My belly says I'd better calm down.
I stare for hours my fish, in my mind resound the words of a song.

I come here with the head fulfilled with muddy ideas, and I haven't written things of interest, so far.
I have to wish.
I have to make up my day.

giovedì 10 giugno 2010

impazienza

Lunghi solchi di foglie appena nate

Semi caduti dalle mie dita
Sudore e fango

Zappa
Acqua

Terra addosso, come una bambina, terra e fango
Seduta a guardare le piante
A giocare con l'acqua

Costretta alla pazienza

martedì 8 giugno 2010

please, tell me I'm wrong
'cause I couldn't stand knowing you're against me.

мечта и кошмар

Un po' cercare l'espiazione attraverso il dolore.

Ma mi sono stancata di cercare

Я ненавижу свет.

A dream of you under my bed, yellow blankets, hiding from the real world.

figures that melt in my brain, hands and prayers

i have no words to describe what my feelings are, what I see when I open my eyes after a night of dreams or nightmares

young and brave, i'm getting lost among the pages of a book.
i stare at the life that is growing outside my room, a little, plain word of green water and mud. my horizon is flat, and i don't want to wish for tomorrow, just wait for today to end in a suicide sunset and a restless night. who wouldn't be able to forget about everything and just dream like this?

Я ненавижу свет
Однообразных звезд.
Здравствуй, мой древний бред,-
Башни стрельчатой рост!

sabato 5 giugno 2010

fool enough.

c'è poco da fare
whatever you choose you choose to lose.

try to hold on with a person you cut off
try to make it up with some failure of yours
try to keep it easy, live it up,

you've just shone out
the night has come
the moonlight will hide and reveal
illusion, delusion, hope.

nothing to be found among the shadows,
only shadows

спутник


Just leave it off and go, somewhere.

Me and my фотоаппарат, looking for something to dream.

venerdì 4 giugno 2010

Voglio rinascere papavero

At a certain point prevails the idea that it's not fair for me to hide. I've begun to tell one flower from another, I started to love weeds.  And I dance on the rhythm of the inner music played inside my brain.

I made out the shape of a dead pigeon on the street, and kept walking.

giovedì 3 giugno 2010

Show

Quiet evening, watching something I thought I forgot, or I wish I had forgotten.
I write messages which have never been sent, and sometimes they find their own answer in the bliss of silence.

Hair and lipstick, dead memories and ghosts lost long time ago. 
There's much to be seen, yet, right on the corner of my eye. But as the (s)age taught us, as far as I turn my head everythin's gone.

I may seem to have given up chasing happyness at any cost, and maybe that's the way to find a smile instead of the same old grin I've got used to.


I lose myself beyond the leaves, and I feel blessed by the poppy god.

..so what?

I guess it's just another way to commit suicide. Gazing the lake pass by, beyond the window, looking at the trees, and land, and trees, and land. Each time I came across this landscape I intended to freeze it in a picture. Yellow and green, poppies and daisies, blade of grass and clouds and oaks and water and leaves and soil and.
And  I just put it off day after day (after day after day) since one day just black deep furrows all lined up, black and deep.
There was a шутка I red once, somewhere, about crows and rows.

mercoledì 2 giugno 2010

Дождливое небо


The rain is a promise, a foretold wish. The tolling of the thunders resound in my hears, and my eyes are filled with clouds. I wander in the grassland, red shadows and red shamrocks, 

Asking myself 
Questioning
I never answer back.
The first drop catches my thoughts to the edge, today might be a revelation, tomorrow just a memory.
What I deserved to wish, so far? I have to try lying in a flowerbed, I need ants and bees and grubs and me and you and nothing else.
I want to get lost in this forest of weed.

Blue lights

Swollen like the tongue of a choking man, dreams are stifling my nights. The anguish haunting the gloomy awakenings, night and nightmares melt my wishes, are they made of wax or illusion?
Embraces and violence, violence in dead eyes and a grin lost for a smile.  The stream of my dread thoughts drifts me away to a place that I can't tell to be real. Breathless and dumb, I can just hope to be brought back to my bed, under the frame of a pale gray night.


martedì 1 giugno 2010

I wish I was

Girini rospi foglie e desideri
Il mondo vortica in un universo circoscritto

E io che cerco di non restare in questa stanza
Mi chiedo quali siano le mie nuove pareti di riferimento.


Buffo come le angosce spariscano dietro una foglia bagnata dal sole.

lunedì 31 maggio 2010

reliquie, ricordi e cadaveri


passo giorno dopo giorno a cercare la bellezza nelle piccole cose,
e la trovo nei luoghi più impensati
(una chiesa, uno sguardo, un seme)




incubi e programmi

schematizzo (schedulo come suggerisce qualcuno) la mia giornata alla ricerca di un'ottimizzazione improbabile.

stati d'animo positivi allontanano le parole dal loro significato.

sabato 29 maggio 2010

ritorno al verde del mare


dovrebbe forse essere più facile riuscire a respirare?

un giorno forse riuscirò a smettere di ascoltarmi, a smettere di piangere, a smettere di tormentarmi, d'interrogarmi, di aspettarmi, di far del male invariabilmente a tutti e soprattutto a.

ritorno alla chimica

notte di passione, come direbbe il nostro amico gesù.

mostri e lacrime, incertezze e violenza tra lenzuola pulite, sotto una finestra che non mi appartiene più.
cerco un respiro regolare,
ché di regolare ho poco ultimamente.

reprimo e istigata m'abbandono a rivelare ciò di cui non mi vanto e poi eccomi alla sbarra, ancora una volta sotto accusa per qualcosa che so già essere mio errore.


un cuore in cartongesso con un'anima in metallo. stucco dove serve a coprire titubanze e paure.

sono forse dubbi quelli che ha in valigia? non li possiamo accettare su questa nave, signorina, sporcano ovunque e gli altri passeggeri potrebbero sentirsi turbati dalla loro presenza.

venerdì 28 maggio 2010

Lumache

sembra quasi che io abbia davvero
qualcosa da dire.
mi sono persa qualcosa, un passaggio, un attimo interminabile.
cosa c'è ancora da vivere?

arrivare al quarto di secolo e scoprire che ci sono così tante cose
così tante
che avevo sempre lasciato cadere
e lascio cadere cose
così tante cose
che prima


prima

posso davvero farcela?

a non cercare più il mio nome su internet e vedere quello che succede?

Questa notte ho di nuovo sognato pesci

conservazione della materia
conservazione dello stato.

c'è qualcosa che si muove ancora dentro di me?

dovrei continuare a far progetti?

la mia pancia grida parole piene di sonno. e scrivo, scrivo per non rimanere in silenzio, anche se so che il silenzio in questo momento è ciò che m'è dovuto.

anche perché poi, alla fin fine... chi ci crede veramente alle parole?

vorrei dormire su di un letto diviso a metà.

giovedì 27 maggio 2010

Frasi fatte

frasi fatte e pensieri sconnessi.
come posso non cadere di nuovo in quello che sono?

ti trovo bene, dice qualcuno.
 io invece ho smesso di cercarmi da un po'.

Eccomi.

Osservare pesci in movimento
Muovermi immobile intrappolata nella placenta dei miei pensieri.

Il dolore fisico rispecchia forse la tensione di questi giorni di dolore.
Ma qualcuno sa.

mercoledì 26 maggio 2010

e si va subito a dormire.